La Nave di Serapo costruito nel 1951 viene denominata inizialmente Viareggio perché nasce dal sogno di una famiglia viareggina trapiantata a Gaeta nel primo dopoguerra: i Canova.  E’ tuttora gestito dagli eredi dei fondatori, la famiglia Frallicciardi Ciccone e siamo alla quarta generazione, che pur conservando l’ideale  impegno turistico balneare ha apportato notevoli innovazioni                      

Laddove erano esclusivamente ombrelloni e sdraio oggi abbiamo anche una biblioteca con oltre 2000 testi, un teatro da spiaggia, un ottimo servizio di piccola ristorazione,  una ludoteca attiva , un centro benessere aperto tutto l’anno. 

La Nave di Serapo costruita interamente  dai carpentieri versiliesi  conserva quella freschezza e accoglienza propria delle strutture balneari in legno, ormai rare, perché sostituite dalla muratura di più facile manutenzione.                                                                                

Questo mix di antico ( la struttura in legno) e moderno ( centro benessere, attrezzature ed iniziative  d’avanguardia, biblioteca ecc ) lo rendono uno stabilimento unico nel suo genere, tanto da avere ottenuto numerosi premi ed encomi (vedi Riconoscimenti)